Recensioni

A$AP Mob – Cozy Tapes Vol. 1: Friends- • Recensione

7 Novembre 2016

A$AP Mob – Cozy Tapes Vol. 1: Friends- • Recensione

Long Live A$AP Yams

Yams è sempre stata la colla che teneva insieme il gruppo, ma soprattutto l’ispirazione per uno degli artisti più importanti della scena attuale, A$AP Rocky, che con questo progetto intende ereditare da lui quest’importante responsabilità.
Sarebbe sbagliato però considerare Cozy Tapes un “A$AP Rocky & Friends”. Certo, il gap con gli altri artisti (compreso A$AP Ferg) c’è e si sente, ma gli artisti della Mob hanno potenziale e lo dimostrano nelle tracce che compongono l’album.
Oltre a Ferg, che purtroppo compare solamente in una delle tracce più spente (Young N***a  Living) oltre al singolo Yamborghini High, piacevoli sorprese sono A$AP Ant e A$AP Twelvyy, che una volta finito l’album lasciano un senso di curiosità all’ascoltatore che vuole saperne di più su di loro.
A rubare completamente la scena ai compagni (tranne a Rocky che ha in mano le redini del progetto) è A$AP Nast, che dopo la convincente Trillmatic uscita ormai 3 anni fa, brilla in Nasty’s World, che ancora una volta ci riporta all’hip-hop dei 90s. Non sfigura nemmeno sulla produzione più “moderna” di Money Man, ma è quando usa la sua macchina del tempo che funziona davvero. Aspettiamo con ansia un suo progetto da solista.

Nessuno dei numerosi ospiti che troviamo nell’album fa brutta figura; tutto sembra avere un suo senso (a parte forse mettere Skepta in Put That on My Set e non in London Town, ma questo è un altro discorso).
Il meglio arriva alla fine con Telephone Calls, in cui finalmente arriva la prima collaborazione firmata A$AP Rocky x Tyler, The Creator, e i due suonano bene insieme, potete contarci.
Menzione d’onore va fatta inaspettatamente per Wiz Khalifa che scambia rime con Rocky in Way Hii, uno degli highlights del progetto che riprende il sound proposto in At.Long.Last.A$AP.

Questo primo volume di “Cozy Tapes” è un modo per ripartire, un tributo a un mentore che ha condizionato le vite di un intero gruppo, sia a livello artistico che a livello umano. Non è certo un capolavoro, ma ha tutte le caratteristiche per mettere la Mob sulla mappa e riportare Harlem e New York tra le protagoniste

Sintesi
  • 7.5/10
    Produzione - 7.5/10
  • 6/10
    Testi - 6/10
  • 7.5/10
    Delivery - 7.5/10
  • 7/10
    Originalità - 7/10
7.6/10

Riassunto

Non è certo un capolavoro, ma ha tutte le caratteristiche per mettere la Mob sulla mappa e riportare Harlem e New York tra le protagoniste

Sending
User Review
7.25/10 (4 votes)

Il più famoso blogger senza fama. Non ha sempre ragione ma non ha mai torto.
Leave a comment

Rispondi