Recensioni

Frank Ocean – Blonde • Recensione

27 Agosto 2016

Frank Ocean – Blonde • Recensione

Frank Ocean è tornato con il nuovo album Blonde, ecco cosa ne pensiamo

Ci hai massacrato Frank, massacrato. Forse ha colpa anche il web che si inventava date per un po’ di visualizzazioni, ma sei stato un infame.
Abbiamo atteso quattro anni per un benedetto nuovo album e finalmente c’hai servito un Blonde con contorno di Endless (un visual album).
Sarai stato all’altezza di tutte le aspettative e delle meme dell’Internet? Sarà meglio di quella goduria di channel ORANGE? Eh…

Dopo aver passato una settimana con la voce appagante di Frank nelle orecchie è ora di dare un parere a questo Blonde.

Il fatto che a Frank non piacciano le luci dei riflettori e che si sia completamente allontanato dalla vita del web ha fatto sì che arrivassimo a quest’album senza sapere nulla. Sapevamo solo cosa accadeva al mondo R&B e hip-hop nel frattempo, le sonorità esplorate dagli altri artisti in questi quattro anni di assenza del cantante californiano.
Con Blonde Frank ha saputo mescolare influenze provenienti da diverse generazioni di musica e le ha mischiate col suo talento e con la sua voce.

Il minimalismo è il punto forte di Blonde, pochi strumenti e tante emozioni

E’ un album talmente minimale che la produzione sembra quasi acustica: in tracce come Solo o White Ferrari la melodiosa voce di Frank è accompagnata solamente da uno strumento. Blonde trova il potere nella semplicità e nelle emozioni nelle parole e nella voce di Ocean, quasi come se fosse un album dei Bon Iver.
Ciò non toglie meriti all’album ma dopo svariati ascolti si può rimanere annoiati e perdere interesse.

Infatti è la prima parte a intrattenere di più, dove spicca il singolo Nikes, un trip nel materialismo in compagnia della voce high-pitchata (per troppo tempo) di Frank; o le atmosfere pop-rock di Ivy in cui Frank riflette sugli errori commessi nel passato.
La vera perla dell’album rimane Nights, un pezzo di due parti a cui manca solo un featuring di Drake per diventare un pezzo perfetto. L’influenza del canadese sulla traccia è evidente, soprattutto nella seconda metà, e la traccia avrebbe decisamente beneficiato del suo aiuto.

Tra gli ospiti nascosti e le influenze di Blonde

A differenza di quanto ci dice la tracklist, c’è spazio anche per gli ospiti: il più importante è André 3000 in Solo (Reprise) che in poco più di un minuto di strofa infuocata fa in tempo anche a tirare qualche frecciatina “After 20 years in, I’m so naive, I was under the impression that everyone wrote they own verses
It’s comin’ back different and, yeah, that shit hurts me”.

C’è spazio anche per dei vocals di Beyoncé nella rilassante ballad “Pink + White”, di Kendrick Lamar, James Blake e di tanti altri, listati per intero in un post leakkato su Internet in cui figurano anche artisti del calibro di David Bowie e dei Beatles.

Come in channel ORANGE le tematiche affrontano ancora l’ambiguità sessuale e le sue precedenti relazioni, a cui si riferisce in modo sottile e per nulla scontato, il suo rapporto con le droghe e la paura della fama e del mondo delle celebrità.

Ma allora Frank ha superato la prova? Sì e no. Blonde è un album di gran qualità che si lascia ammirare ma che dà pochi motivi per continuare a contemplarlo.
A livello di completezza e di impatto sonoro si piazza un gradino sotto channel ORANGE, rimanendo però un ottimo lavoro per cui è valsa la pena aspettare.

Blonde
  • 8.5/10
    Produzione - 8.5/10
  • 8.4/10
    Testi - 8.4/10
  • 9.2/10
    Delivery - 9.2/10
  • 8.5/10
    Originalità - 8.5/10
8.6/10

Minimal

A livello di completezza e di impatto sonoro si piazza un gradino sotto channel ORANGE, rimanendo però un ottimo lavoro per cui è valsa la pena aspettare.

Sending
User Review
6.5/10 (6 votes)

Il più famoso blogger senza fama. Non ha sempre ragione ma non ha mai torto.
Leave a comment

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi