Recensioni

Lance Skiiiwalker – Introverted Intuition • Recensione

22 Ottobre 2016

Lance Skiiiwalker – Introverted Intuition • Recensione

Chi è Lance Skiiiwalker? Chi è questo soggetto misterioso finito in TDE, una delle label più forti del momento? “E’ forse un alter-ego di Jay Rock?” come molti si chiedevano vedendolo apparire tra gli ospiti del suo album “90095”?
La TDE ha deciso di rispondere alle nostre domande rilasciando il suo album “Introverted Intuition”, annunciandolo a pochi giorni dall’uscita. Una promozione strana, inaspettata e misteriosa, esattamente come Lance.
La sua stranezza potrebbe derivare dall’intuizione introversa (Ni) che troviamo nel titolo dell’album. In poche parole è un modo di percepire la realtà, associabile solamente ad un certo tipo di personalità, che vede le cose in un contesto più ampio, una versione nascosta delle cose, in cui l’istinto prevale sull’oggettività.

La linea dell’album è scritta da questa ((Ni)) Radio che troviamo come seconda traccia (dopo l’interessante intro “Forbidden Fruit” che termina con dei bassi folgoranti e inaspettati), che si tratta essenzialmente di una radio creata da Lance (immaginaria o meno) in cui cerca di connettersi con tutti gli introversi come lui.
Con il passare dei pezzi è sempre più chiara la schizofrenia delle produzioni, pur riuscendo a farle risultare in qualche modo collegate da questa atmosfera ovattata e mistica dell’album: dal singolo “Could It Be” che si divide anch’esso in due parti differenti, si passa alla nevrotica “Speed”.
Il parere dell’ascoltatore però non gli interessa particolarmente, come sottolinea in “Sound” e quindi continua per la sua strada imprevedibile.

Come ha affermato anche lui in un’intervista a DJBooth, la più chiara influenza musicale di Lance è Pharrell. Fa parte della lunga schiera di artisti cresciuti con “In Search Of” dei N.E.R.D. come credo religioso (proprio come Tyler, The Creator, che pur avendo la personalità opposta, si sposerebbe bene con la musica di Lance). Detto questo, Lance appartiene ad un mondo a sé stante; una dimensione tutta sua.
L’originalità però non è il solo elemento che serve per far funzionare un album. Spesso a Introverted Intuition manca mordente per convincere e ha momenti dove suona più piatto, come nel pezzo col compagno di label ScHoolboy Q, “Toaster”.

Tutto sommato, in questi 35 minuti di Lance Skiiiwalker, nonostante ci sia qualcosa da migliorare, siamo di fronte ad una buona presentazione al personaggio. Nice to meet you, Lance.

((Ni))
  • 7.5/10
    Produzione - 7.5/10
  • 7/10
    Testi - 7/10
  • 6.5/10
    Delivery - 6.5/10
  • 8/10
    Originalità - 8/10
7/10

Riassunto

Un album schizofrenico e imprevedibile che introduce un personaggio che non sapevamo di aspettare. Nice to meet you, Lance!

Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Il più famoso blogger senza fama. Non ha sempre ragione ma non ha mai torto.
Leave a comment

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi